Ven. Set 25th, 2020

CRIPTOVALUTE 24/7

Il nuovo punto di riferimento online per le criptovalute

XRP Ledger presto potrebbe ospitare stablecoins

3 min read
XRP Ledger, immagine di XRP e altri tokens




Importante cambiamento per XRP Ledger? Forse sì. Un giorno non lontano, l’ecosistema nel quale circola la terza criptovaluta più capitalizzata potrebbe ospitare altre monete crittografiche. In primis si tratterebbe di stablecoins. Con queste ultime l’altcoin di Ripple presenta infatti marcate affinità.

La notizia arriva direttamente da David Schwartz, il CTO del progetto Ripple. Non è la prima volta che Schwartz accenna a questa possibilità, che ora appare più concreta.

Le modifiche all’algoritmo XRP Ledger sono tecnicamente fattibili

Parlando del potenziale cambiamento dell’XRP Ledger, Schwartz si è soffermato in particolare su 2 aspetti. Il primo riguarda l’implementazione tecnica della modifica dell’algoritmo del registro distribuito di Ripple.




Il network e il software che ne sono alla base sono stati originariamente progettati per offrire flessibilità. Per fare un esempio X-Current, il programma che consente alle banche di operare su Ripple, può essere installato sui server degli istituti di credito senza particolari modifiche ai sistemi operativi già esistenti.

Utilizzandolo, le transazioni interbancarie che vengono trascritte su XRP Ledger richiedono circa 2 secondi l’una e godono sia di immutabilità che di certezza. Ogni movimentazione risponde infatti al principio del tutto o nulla: la tecnologia Ripple consente di verificare all’istante l’aderenza della transazione agli standard obbligatori. Se questi ci sono, l’operazione ha corso diventando irreversibile e fornendo in real time la conferma dell’esito positivo.

Le movimentazioni di altre criptovalute su XRP Ledger godrebbero di analoghi benefici, dato che userebbero i medesimi protocolli. Schwartz ha puntualizzato quali assets si presentano come candidati ideali per entrare a far parte dell’ecosistema di Ripple: quelli con un valore stabile.

In altre parole, le stablecoins. Ma non esclusivamente, anche altri strumenti finanziari ancorati a un sottostante con analoga stabilità. E’ qui che si nota l’affinità con XRP. Questa altcoin infatti non è pensata per assumere le funzioni delle divise fiat sostituendole, bensì di affiancarle. Le stablecoins, dal canto loro, si differenziano dalle altre criptovalute perché si ancorano al valore di divise reali.

Il CTO non è entrato più in dettaglio sull’eventuale potenziamento di XRP Ledger, probabilmente per ragioni di sicurezza. Ha comunque affermato che Ripple possiede già funzioni attualmente non utilizzate, che consentirebbero di aprire le porte a nuove prospettive. Questo lascerebbe intendere che oltre alle stablecoins potrebbero presentarsi altre novità all’orizzonte.




Da sottolineare che fra i grossi problemi che, specie nel 2019, hanno afflitto Ripple, non si trovano particolari bug tecnici. Questo sottintende che se Schwartz considera l’apertura alle stablecoins fattibile, è ragionevole pensare che sia davvero così.

Le ricadute positive

Dal 2011 ad oggi, XRP Ledger e l’intera tecnologia Ripple sono progrediti al punto che oggi possiamo visualizzarli come un network mondiale che connette istituti di credito di rilevanza mondiale così come banche locali.

Per altre criptovalute accettate su XRP Ledger, questo significherebbe una maggiore penetrazione nella finanza reale.

L’ecosistema Ripple inoltre garantisce liquidità. Le transazioni avverrebbero infatti con la conversione in XRP.

Altro vantaggio, certo non indifferente ai traders, sono le commissioni applicate dal network, notoriamente basse.

Per quanto riguarda XRP, è intuitivo che diventando necessaria in una tipologia di transazioni oggi solo teorica, aumenterebbe la sua capitalizzazione. Questo innescherebbe un ulteriore interesse da parte degli investitori.

In conclusione, chi già ha familiarità con XRP Ledger, la tecnologia Ripple e soprattutto l’altcoin che circola nel network, forse ha un motivo molto valido per non disfarsene.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comodo SSL

criptovalute247.it usa i Cookies per migliorare la qualità della navigazione sul nostro sito. Se prosegui con la navigazione acconsenti all'uso e alla memorizzazione dei cookies sul suo computer, ma puoi sempre NEGARE IL CONSENSO. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi