Sab. Nov 28th, 2020

CRIPTOVALUTE 24/7

Il nuovo punto di riferimento online per le criptovalute

Paypal e le criptovalute: lancio operativo negli USA

3 min read
Paypal e le criptovalute: immagine del logo dell'azienda americana

Il matrimonio fra Paypal e le criptovalute era già stato annunciato. Ora negli Stati Uniti stanno diventando realtà le conseguenze di questa unione. A beneficiarne inizialmente saranno bitcoin, ethereum, litecoin e bitcoin cash.

La società americana leader nei pagamenti digitali ha optato per un lancio operativo a sorpresa, in anticipo rispetto a quanto preventivato ad ottobre. Ne usufruiranno i suoi iscritti USA, finalmente liberi di comprare, vendere e depositare BTC, ETH, BCH e LTC nel wallet di Paypal. Con aggiunta della classica ciliegina sulla torta: un incremento dei limiti della compravendita di questi tokens. Si passa infatti da un tetto di 15.000 dollari a 20.000, su base settimanale.

Cosa può comportare il legame fra Paypal e le criptovalute per queste ultime

La notizia è stata comunicata ieri da Paypal e le criptovalute interessate, o meglio 3 di esse, sembrano avvantaggiarsene. Bitcoin ha superato quota 16.000 dollari (al momento della stesura del post si trova esattamente a 16.229). Ethereum ha raggiunto i 469 $. Litecoin risulta la criptovaluta più galvanizzata dalla news: attualmente scambia a 65 con il dollaro, in rialzo quindi di oltre il 10% rispetto a ieri. Bitcoin cash invece non ha (ancora?) reagito: quota a 257 dollari, in lieve flessione rispetto a 24 ore fa.

Qualcuno avrà già notato che la news segue di pochi giorni i risultati delle elezioni presidenziali USA. Un caso? Forse no. Con l’imminenza di un cambio di amministrazione, infatti, la piattaforma di pagamenti digitali, memore del veto su Libra, si sente probabilmente più libera di agire.

Di fatto l’avvicinamento tra Paypal e le criptovalute potrebbe segnare una pietra miliare nella storia di queste ultime. I vantaggi sono 2. Il primo riguarda l’ampliamento, potenzialmente molto elevato, del bacino di investitori interessati alle monete crittografiche. I più accorti vorranno anche approfittare dell’assenza di fees fino al 31 dicembre da parte dell’azienda americana.

Il secondo aspetto positivo riguarda la possibilità di usare comodamente le monete crittografiche per acquisti tramite Paypal. Che si farà carico di effettuare le dovute conversioni per pagare i venditori in valute fiat. Anche questo contribuirà ad incentivare l’acquisto e l’utilizzo delle criptovalute. Ma con un potenziale risvolto negativo: la classificazione di bitcoin e le altcoins interessate come security.

L’azienda lo ha previsto e mette le mani avanti. Il suo CEO Dan Schulman ha infatti dichiarato che Paypal intende lavorare in piena armonia con i legislatori per quanto concerne le nuove forme di pagamenti tramite valute digitali.

Il vantaggio per l’azienda americana

Dal 2021 l’integrazione fra Paypal e le criptovalute si tradurrà in guadagno per l’azienda americana grazie alle fees applicate. Il cambio tokens/valute fiat comporterà un onere del 2,3% in caso di transazioni del valore massimo di 100 dollari, mentre per quelle superiori a 1.000 dollari verrà applicata una commissione più conveniente, dell’1,5%.

Inoltre l’azienda guadagnerà sullo spread denaro-lettera. Com’è ovvio infatti ci sarà una forbice fra il prezzo di acquisto e quello di vendita dei tokens. L’entità è ancora indefinita e presumibilmente variabile (in funzione del fattore rischio).

In conclusione fra Paypal e le criptovalute si sta consolidando un rapporto che dimostra come la prima non tema la volatilità e il rischio intrinseco comunemente associati alle seconde. Anzi. Allineandosi così con la folta schiera di investitori istituzionali che scelgono di includere bitcoin e/o altre monete crittografiche nel loro portafoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comodo SSL

criptovalute247.it usa i Cookies per migliorare la qualità della navigazione sul nostro sito. Se prosegui con la navigazione acconsenti all'uso e alla memorizzazione dei cookies sul suo computer, ma puoi sempre NEGARE IL CONSENSO. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi