Ven. Ott 30th, 2020

CRIPTOVALUTE 24/7

Il nuovo punto di riferimento online per le criptovalute

Il token Ether festeggia il quinto compleanno, e…

3 min read
immagine di alcuni token ether e un XRP

E’ recente, il token Ether: questo mese sono giusto 5 anni dal lancio della mainnet Ethereum. Eppure la criptovaluta e l’intero progetto di Vitalik Buterin e team ne hanno fatto talmente tanta, di strada. Al punto da diventare sia la principale alternativa al bitcoin che la piattaforma numero 1 per gli smart contracts.

Il futuro oggi appare scintillante: un token Ether vale 344 dollari (al momento della stesura di questo post) e la capitalizzazione si è innalzata sopra quota 38,5 miliardi $. Guardando alle prime 20 criptovalute, nessun’altra vanta le stesse performance, nemmeno bitcoin. Rialzo fugace o duraturo?

Che cosa sostiene il token Ether

Il passaggio ad Ethereum 2.0 ha avuto sul token Ether, fino a qualche mese fa, un influsso altalenante, spesso più bear che bull. L’ambizioso progetto di conversione al proof of stake e ad un incremento stellare della scalabilità sembravano forieri di bug più che di vittoria. Invece fase dopo fase, tutte superate felicemente, eccoci alle soglie di Medalla, una delle ultime prima del lancio ufficiale e definitivo di Ethereum 2.0.

Questo ha rinvigorito la fiducia nel token Ether. Molti investitori vedono avverarsi la possibilità di trovare nello staking una fonte di guadagno affidabile e regolare: non è poco. Se infatti è certo che bitcoin, e le criptovalute in generale, offrono gain rilevanti grazie all’elevata volatilità, è anche assodato che il rischio di perdite è notevolissimo. Senza contare la necessità di monitorare con assiduità il crypto settore per evitare o limitare i danni.

Il token Ether inoltre è più “democratico” del bitcoin, perché più accessibile. Minare BTC, non è un segreto, sta diventando un’attività elitaria, come ha dimostrato il calo di miners dopo l’halving. Anche lo staking privilegia chi detiene uno wallet ben fornito, ma facendo i conti se lo può permettere una platea d’investitori più numerosa.

Poi ci sono gli smart contracts. In particolare quelli legati alla DeFi, per i quali il network Ethereum è lo stato dell’arte. Chi compra gas per alimentare un contratto intelligente, lo paga con tokens Ether. Dato che ormai questa tipologia di programmi è ben rodata e ha mostrato la sua utilità, la regina delle altcoin ha un futuro garantito.

Al beneficio diretto si somma inoltre quello dello status di criptovaluta vincente, sulla quale vale la pena investire. Detto in altri termini, tutti i fiumi vanno al mare. Specie in un mercato dove la componente retail è elevata, e l’emotività talvolta travalica la valutazione razionale.

Che cosa può ostacolare ETH

Ad oggi i token Ether in circolazione ammontano a 111.987.250. Il confronto con i bitcoin, che sono 18.447.700, è impietoso. Perché la scarsità è un valore, e immaginare un possibile flippening quando per un BTC abbiamo oltre 6 ETH è pura utopia.

M anche qui bisogna considerare che il numero di token Ether è dinamico. Mentre i BTC saliranno fino a 21 milioni di esemplari digitali e lì si fermeranno, gli ETH andranno incontro a una riduzione drastica della loro emissione. E’ una delle conseguenze previste e volute nel passaggio a Ethereum 2.0.

Al massimo, ha spiegato Vitalik Buterin, verranno emessi 2 milioni di token Ether all’anno. E la somma è teorica, in realtà dovrebbe risultare inferiore. Comunque si tratterebbe di un dimezzamento e più, rispetto ai 4,7 milioni minati attualmente.

Inoltre è previsto il burning. Sappiamo già che risulterà proporzionale al volume/valore delle transazioni, quindi pur ignorando il decremento di tokens Ether che porterà, è un fattore da considerare.

In conclusione, gli estimatori del token Ether sembrano avere buone ragioni per ben sperare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comodo SSL

criptovalute247.it usa i Cookies per migliorare la qualità della navigazione sul nostro sito. Se prosegui con la navigazione acconsenti all'uso e alla memorizzazione dei cookies sul suo computer, ma puoi sempre NEGARE IL CONSENSO. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi