Gio. Feb 25th, 2021

CRIPTOVALUTE 24/7

Il nuovo punto di riferimento online per le criptovalute

Dogecoin in rally: merito di Reddit, Twitter e Musk

3 min read
Dogecoin immagine di testa di cane che rappresenta il token

Riuscirà la criptovaluta Dogecoin ad apprezzarsi fino un dollaro? I membri del SatoshiStreetBets di Reddit ci sperano. E ci provano con un tam tam che invita all’azione, rivolto ai traders retailers. Dopo il risultato raggiunto con GameStop, AMC e BlockBuster, sarebbe da sorprendersi?

E poi c’è Elon Musk, che certamente tifa per loro. DOGE è la sua valuta crittografica preferita assieme a BTC, come abbiamo scoperto dai suoi tweet.

La promozione del gruppo del social media o forum (classificare Reddit non è facile) e dell’imprenditore evidenziano un fenomeno interessante, che è bene studiare: l’influenza del segmento retailer sul sistema finanziario. E dietro a questo, l’influenza dei social sui piccoli investitori.

Il rialzo di Dogecoin

Prendiamo come riferimento i dati di Dogecoin. In pochi giorni, dalle retrovie dove pareva essere relegata per sempre, è salita all’ottava posizione delle criptovalute più quotate grazie a un incremento di valore iperbolico. Il giorno 27 quotava a 0,0076 dollari. Stasera un DOGE vale 0,077 dollari (fonte Coinbase). La capitalizzazione è passata da meno di un miliardo $ a quasi 10 intorno alle 5 di questa mattina. Ora si aggira sui 5,96 miliardi. E continua di nuovo a crescere.

Questo token relativamente sconosciuto è nato nel 2013 proponendosi come una criptovaluta scanzonata, all’opposto si potrebbe dire di progetti mastodontici e impegnati come Ethereum o Polkadot. Però veniva e viene usata su Twitter e Reddit per premiare chi produce o condivide contenuti “meritevoli”.

Finché 2 giorni fa il SatoshiStreetBets si è appassionato a questa criptovaluta lanciando un appello per aiutarla a crescere. Risultato mirabolante: una corsa frenetica all’acquisto di DOGE la sta portando a una crescita settimanale superiore al 400%.

Su Twitter Dogecoin ha generato un’attività superiore a quella della regina bitcoin. Dove già si notavano i (pochi ma buoni) tweet di Elon Musk, che già nel 2020 avevano contribuito all’apprezzamento del token.

L’influenza del SatoshiStreetBets

Perché il SatoshiStreetBets s’interessa a Dogecoin? Forse perché era una criptovaluta un po’ derelitta? Certo l’azione intrapresa è coerente con la loro filosofia. Sposano le cause perse e ne ribaltano le sorti. GameStop e BlockBuster possono testimoniarlo, e ringraziarli.

Per gli hedge fund che avevano scommesso sul ribasso di questi asset invece vale il contrario. Il motivo è presto spiegato. Si sa che la strategia di maggiore successo di questi fondi è l’impiego del leverage, o leva finanziaria, che può produrre risultati eccellenti e in controtendenza quando il mercato è al ribasso.

In pratica i fondi speculativi vendono un asset che non possiedono facendoselo prestare, incassando per quello che è il suo valore del momento. Alla scadenza pattuita restituiscono poi lo strumento finanziario preso a prestito. Se hanno avuto ragione e il suo prezzo è calato, il guadagno risulta dalla differenza fra l’incasso al momento della vendita (quando aveva un prezzo più alto) e il riacquisto finalizzato alla restituzione nella fase di svalutazione.

Grazie ai patrocinatori di Dogecoin però le azioni ipotizzate al ribasso si trovano invece in un marcato trend rialzista. Un macello per loro.

La difficoltà che stanno incontrando non è un effetto collaterale imprevisto. Al contrario. Il SatoshiStreetBets mira proprio a perturbare l’ordine dei mercati regolamentati. Lo fa con metodo e grande competenza finanziaria, oltre che comunicativa.

Gli asset che “adottano” sono studiati con cura. Sia Dogecoin che GameStop e gli altri devono esercitare un appeal sugli investitori retailer, e devono avere una capitalizzazione compresa entro un range ottimale. Non troppo elevata, altrimenti la loro azione di disturbo avrebbe un impatto troppo scarso. Ma nemmeno troppo esigua, poiché in tal caso significherebbe che scarseggiano gli investitori e quindi, di nuovo, non perturberebbero granché.

Dogecoin risponde ai requisiti richiesti. Gli organizzatori che hanno incitato i giovanissimi investitori hanno il loro tornaconto? Presumibilmente sì. Chapeau.

Dogecoin ed Elon Musk

Prima bitcoin e poi dogecoin. Elon Musk ha spinto all’insù i trend delle 2 criptovalute senza troppi sforzi. Semplicemente ha informato i suoi 44 milioni di followers su Twitter che è interessato a loro. Per DOGE ha utilizzato una simpatica parodia di Vogue, interpretata come un consiglio d’investimento.

Parliamo dell’uomo che secondo Forbes detiene il primato di più ricco del mondo. Dargli retta sembra sensato, hanno pensato in molti…

Che cosa dimostra la parabola di DOGE

Difficile prevedere il futuro di Dogecoin, che al momento occupa la dodicesima posizione nel mercato delle criptovalute più capitalizzate.

Il fenomeno che l’ha fatta volare al rialzo però probabilmente non cesserà a breve. E dimostra come il mercato, anche uno enorme, può essere influenzato da investitori minuscoli, se diventano milioni. Quindi non va ignorato. Semmai cavalcato, finché sarà possibile farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comodo SSL

criptovalute247.it usa i Cookies per migliorare la qualità della navigazione sul nostro sito. Se prosegui con la navigazione acconsenti all'uso e alla memorizzazione dei cookies sul suo computer, ma puoi sempre NEGARE IL CONSENSO. Approfondisci

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi